Ti trovi in:

Emergenze

Emergenze

In caso di emergenza chiamare il 118.

Per garantire vacanze sicure ai numerosi turisti che durante la stagione estiva frequentano il litorale di Jesolo Lido, Eraclea Mare, Caorle e Bibione, tutto il sistema di urgenza ed emergenza, che opera con il coordinamento della Centrale Operativa del 118, viene potenziato in uomini e mezzi.

1. I bagnini sul litorale, qualificati per il salvataggio in acqua e formati per intervenire immediatamente attraverso tecniche di supporto delle funzioni vitali di base, anche con l’uso del defibrillatore in caso di arresto cardiaco (BLSD); sono collegati con la centrale operativa dell’emergenza che si attiva con il numero 118; i defibrillatori automatici sono presenti a Bibione, Caorle, Eraclea e Jesolo.

2. Il Servizio di Urgenza ed Emergenza Medica (SUEM) è attivo 24 ore su 24 chiamando il 118. La chiamata è gratuita e la Centrale Operativa provvederà a garantire un’adeguata risposta sanitaria. Al Centro Operativo sono collegati il Pronto Soccorso dell’Ospedale, le ambulanze e l’elisoccorso.

3. Il servizio di Primo Intervento di Caorle e Bibione è dotato di personale qualificato a gestire l’emergenza sul posto; è collegato via radio con la Centrale operativa 118 per l’utilizzo di ambulanze o per attivare l’elisoccorso; a Jesolo il servizio viene assicurato dallo stesso Pronto Soccorso dell’ospedale.

4. Il trasporto medicalizzato: in caso di necessità un medico assiste il paziente grave anche durante il trasporto in ambulanza.

5. Nel periodo estivo più critico per presenze turistiche a Bibione e a Jesolo è operativa un’unità mobile di rianimazione per i casi di maggior gravità (codice rosso).

6. In caso di necessità il turista può essere ricoverato in ospedale a Portogruaro, Jesolo o San Donà di Piave, ove sono garantiti, oltre ai ricoveri ordinari, ricoveri di un solo giorno per prestazioni mediche o chirurgiche, o prestazioni specialistiche ambulatoriali in tutte le discipline.

Tariffe delle prestazioni di Pronto Soccorso
Gli aventi diritto (turisti italiani o stranieri dell’Unione Europea provvisti di tessera sanitaria) per prestazioni erogate in regime di Pronto Soccorso non seguite da ricovero, la cui condizione è stata codificata come non urgente (codice bianco), sono tenuti al pagamento di una quota fissa pari a € 25,00 per l’accesso al Pronto Soccorso e del ticket sulle eventuali prestazioni specialistiche effettuate (vedi prima colonna del tariffario). Le prestazioni seguite da ricovero o la cui condizione è stata codificata come urgente (codici verde, giallo e rosso) sono per tutti gratuite.

I turisti stranieri di Paesi non appartenenti all’Unione Europea o sprovvisti di tessera sanitaria sono tenuti a pagare tutte le prestazioni di Pronto Soccorso a tariffa piena.



Torna all'inizio della pagina