Ti trovi in:

Diversamente abili

Diversamenti abili

Servizio di assistenza scolastica
Garantisce la frequenza e l'integrazione degli allievi disabili nella scuola provvedendo, con operatori socio sanitari, a soddisfare in modo primario i bisogni fisici-fisiologici degli alunni portatori di handicap, permettendo agli stessi di vivere le esperienze scolastiche e ludiche programmate dalla scuola.
Per il miglioramento della situazione del minore disabile nelle strutture scolastiche, la scuola può richiedere alla Neuropsichiatria Infantile (NPI), in accordo con la famiglia, una certificazione ai sensi della L 104/92, in modo da poter disporre di un insegnante di sostegno e di un programma personalizzato. Per gli alunni con disabilità con gravi problemi di non autosufficienza è possibile ottenere l’assegnazione di un operatore di assistenza per alcune ore la settimana, su richiesta della scuola.
Le attività socio-assistenziali sono svolte negli asili nido, nelle scuole materne pubbliche e private, nelle scuole elementari, medie inferiori e superiori e nei centri di formazione professionale da operatori socio sanitari dipendenti dell’ULSS e da cooperative convenzionate.
Il servizio è attuato in collegamento con la NPI dell’ULSS e con convenzionati (La Nostra Famiglia) e d'intesa con gli organismi scolastici.



Assistenza Domiciliare dei disabili
Consiste in interventi domiciliari di sostegno assistenziale ed educativo alla persona disabile, la cui gravità non permette a un minore di frequentare la scuola o alla persona adulta un servizio diurno, e alla sua famiglia per prevenire e contrastare eventuali processi di emarginazione in atto, favorire l’autonomia personale e garantire la permanenza del disabile nel proprio ambiente di vita familiare e comunitario.
Le attività socio-assistenziali sono svolte da operatori socio sanitari e da educatori-animatori professionali. Il Servizio è coordinato dagli assistenti sociali dei Distretti Socio Sanitari.

Servizi di trasporto
Vengono attivati per agevolare gli utenti disabili nelle frequenze ai centri e servizi riabilitativi, sia dell'ULSS che convenzionati, allo scopo di garantire l'effettuazione e la continuità delle prestazioni.
E’ prevista l’applicazione agli utenti di quote di partecipazione alla spesa del servizio; quote determinate in linea di massima in misura pari al costo di un abbonamento richiesto dal servizio di trasporto pubblico per il chilometraggio effettuato.

In piscina con i disabili
L’attività natatoria ha quali scopi primari la riabilitazione e la socializzazione, e viene proposta dalla NPI e dalle Unità Operative di Medicina Fisica e Riabilitazione dell’Ospedale, attraverso le Unità Operative Sociali distrettuali, e si svolge presso le piscine di San Donà di Piave e di Portogruaro.

Integrazione lavorativa: vedi l’apposita sezione.

Impegnativa di Cure Domiciliari (ICD): vedi l'apposita sezione.

Torna all'inizio della pagina